Libri

Tartarughe all’infinito, John Green – NO

La letteratura per ragazzi offre sempre tantissimi spunti di discussione per i lettori più critici.

Sono tante le questioni che possono essere sollevate quando si tratta di giovani lettori:

  • i romanzi devono essere pedagogici?
  • in che modo rappresentare il sesso?
  • la scrittura deve essere semplificata per non allontanare il lettore poco esperto?
  • fino a che punto usare gli stereotipi?
  • bisogna per forza scrivere un romanzo fantasy per avere successo?

Non è facile rispondere a tutte queste domande perché anche se la risposta all’inizio può sembrare scontata (es. è ovvio che un romanzo per ragazzi non deve avere alcuna pretesa di insegnare la moralità ai giovani perché altrimenti la scrittura è pregiudicata da un’ideologia e non guidata dalla libertà creativa), non è detto che sia sempre così semplice metterla in pratica dentro un intreccio romanzesco.

Per quanto io creda fermamente che la letteratura tutta (quindi anche quella per ragazzi) debba rappresentare la complessità del male e quindi anche i modelli negativi -possibilmente in maniera non didascalica e col fine non di giudicare ma di comprendere – è difficile non porsi il problema di condannare certi modelli malati della relazione uomo-donna presenti in certi young adult (chi segue la mia rubrica #LibriDiMelma su YouTube sa di cosa parlo).

Gli stereotipi sono importanti per il modo in cui leggiamo il mondo ed è sbagliato, oltre che impossibile, eliminarli del tutto dalla narrazione. Tuttavia non bisogna indulgere nel creare personaggi non autentici, pigri, forzati e falsi. Personaggi che purtroppo mi capita troppo spesso di incontrare nella letteratura per ragazzi che, purtroppo, viene caricata di tinte melodrammatiche inutilmente.

In questo video, dedicato ad uno degli autori per ragazzi più amati degli ultimi anni ovvero John Green, cerchiamo di analizzare un po’ tutti quelli che sono i punti deboli dei questo tipo di storie e le nostre idee su dove dovrebbe indirizzarsi la letteratura per ragazzi. “Tartarughe all’infinito” poteva essere un ottimo libro e invece si limita ad essere un meh.

L’idea c’era, cos’è andato storto?

Io e Matteo Fumagalli (booktuber, amico e grande cinefilo) cerchiamo di dirvelo qui:

 

 

Annunci

3 thoughts on “Tartarughe all’infinito, John Green – NO”

  1. A mio giudizio John Green ha scritto questo libro in un periodo di scarsa ispirazione: infatti lo spunto di trama è esile, e proprio per questo l’autore è costretto a indugiare di continuo sempre sugli stessi 2 o 3 leit motifs, che tra l’altro sono noiosi o perfino sgradevoli (le lagne del protagonista maschile rimasto solo, il masochismo della protagonista femminile eccetera).
    Come young adult è mille volte meglio quest’altro: https://wwayne.wordpress.com/2014/10/16/qualsiasi-cosa-succeda/. L’hai letto?

    Liked by 1 persona

  2. Non ho letto Tartarughe all’infito, né sono particolarmente interessata a farlo. Però bisogna per forza concordare sulla questione dei personaggi piatti e stereotipati presenti all’interno degli young adult, così come le relazioni uomo-donna che rasentano lo stalking (spesso lo raggiungono proprio).

    Liked by 2 people

  3. Non avevo intenzione di leggere questo libro quando l’ho visto in libreria, ma dopo aver visto i video che avete fatto tu e Matteo ho pensato di provare,in quanto io sono abbastanza simile alla protagonista come l’avete descritta essere voi,sicuramente saprò fare una critica più feroce se non va bene.
    Ogni tanto -ma proprio ogni tanto- non fa male leggere qualcosa da criticare, aiuta a sviluppare senso critico forse più che leggere un bel libro che ti manda in un brodo di giuggiole.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...