Libri

Libri sul Metrò

La rubrica Libri sul Metrò nasce con l’intento di fornire una fonte d’ispirazione ai lettori pendolari ovvero chi si ritrova a dover trascorrere una buona parte della sua vita sui mezzi pubblici, sui treni, sugli aerei, sugli ottovolanti e vorrebbe intrattenersi con qualcosa di più stimolante rispetto alla vista delle ascelle pezzate e degli sguardi vacui degli altri passeggeri.

I Libri sul Metrò possiedono delle caratteristiche precipue:

  • Aggiustospaziosità: maneggevoli, leggeri da trasportare, brevi
  • Intermittenza: sui mezzi di trasporto la lettura è discontinua, distratta dai rumori, dalle fermate, dal brusio quindi servono dei testi che si prestano bene ad essere letti “a singhiozzo”.
  • Dignità: nonostante tutte le caratteristiche elencate prima, mi rifiuto di proporre testi banali, scritti male, vuoti. Brevità e leggerezza non sono sinonimo di mediocrità o superficialità.

La puntata di oggi è dedicata a uno scrittore americano di culto: David Foster Wallace. La sua scrittura è vulcanica, urgente, ricca ma soprattutto unica e originale. La sua voce è ipnotica e vi convincerà a leggere persino note a piè di pagina lunghe quanto un capitolo. Ho cercato di descrivere i suoi superpoteri nella videorecensione che trovate qui sotto.

Libri citati:

Una cosa divertente che non farò mai più, DFW

http://amzn.to/2senfNu

http://bit.ly/2rc6qTi

Infinite jest, DFW

http://amzn.to/2s7JrYO

http://bit.ly/2soCByz

Annunci

1 thought on “Libri sul Metrò”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...